di Leonardo Anfolsi

COSA STA PER ACCADERE NEL MONDO ?

>>> Prologo

La Cina ha infiltrato Wall Street, da decenni, questo è reso chiaro da fonti USA di intelligence; ma è che da là ha infiltrato la politica americana, cosa oggi rinvenibile in una quantità di proclami del club Clintons/Obama/Soros/Biden, registrati e visionabili sul web. Roba da fare accapponare la pelle per accondiscendenza e resa incondizionata. L’idea di costoro è semplice, materiale, lineare “hanno già vinto Loro (i cinesi) dato il loro boom economico, finanziario, monetario”; il che potrebbe essere vero se abitassimo in un mondo di “cose & numeri”, e non in un mondo vivo, dove si può dire “NO” anche ai mongoli quando sono alle porte di Vienna: è successo.

E’ importante basarsi non certo sulla propaganda dell’uno o dell’altro partito – americanamente becere – ma sui fatti cioè sulla geopolitica, e ciò dal punto di vista geografico come anche storico. Peraltro: registrare le modalità repressive di uno stato come quello cinese, serve a non essere ingenui sul trattamento che riserverà ai popoli invasi.

>>> Le votazioni?

1) Ci sono state davvero delle frodi elettorali? Sì, e sono avvenute in modo massiccio, generando situazioni penali pesantissime con nomi e cognomi dei responsabili diretti ma anche dei mandanti, i quali agirono come se fosse virtualmente impossibile rilevare tali frodi, dato che era stato fatto il calcolo che quelle digitali non sarebbero mai state ritrovate (ma Trump e la CIA li stavano aspettando) e che quelle umane sarebbero state considerate “fisiologiche”. Peraltro tutti hanno visto che quando oramai era evidente due mesi fa la vittoria di Trump, di colpo, in pochi minuti, una impennata improvvisa, ha capovolto i risultati. Il che significa una cosa solo: “manipolazione digitale”.

2) Ma, via, le frodi elettorali oramai negli USA sono normali, giusto? Sì, vero, e bisogna dire che oramai sono la specializzazione del partito democratico, addirittura anche durante le loro primarie interne, attuate in modo definibile come “aperto”. Sulla base di ciò aggiungiamo anche l’opera indefessa della stampa – e dei media come Facebook e Tweeter – essendo di proprietà di famosi sponsor che, del resto, hanno così incoraggiato la criminale opera di BLM e di Antifa; come lo so? Basta non essere ciechi e ascoltare le testimonianze di chi ha finanziato, come anche di chi ha agito in tal senso ma si è pentito.

A riguardo della totale mancanza di giornalismo repubblicano, dovrebbe essere comunque tale partito a farsi delle domande e a darsi delle risposte sulla propria base elettorale, davvero poco propensa ad informarsi ed a credere asininamente in descrizioni complottardo-religiose.

3) Quali sono le prove della frode a livello elettronico? Sono stati trovati i motori hardware dai quali la frode è partita, e ora si sa che hanno fatto capo a Francoforte, in Svizzera e, come quartier generale, in Italia, da dove famosi politici istericamente favorevoli ai vaccini, al 5G (Huawei) ed agli OGM, si sono da tempo attivati per ricreare a casa loro, con la via della seta, la agenda 21 ed altre decisioni suicide, l’inferno della quarta rivoluzione industriale basata sulla intelligenza artificiale ed il controllo sociale schiavistico.

4) Ci sono voti a sufficienza – se viene riconsiderato il conteggio dei grandi elettori – a che Trump vinca? Sì, è conclamato anche se i media – del tutto venduti al migliore offerente – affermano il contrario. La speranza è far credere che Trump abbia riacquisito la Casa Bianca con un colpo di stato illegale. Hai capito bene.

Tanto possono, mentendo, e affermando certissimi, come fa Hillary Clinton, che sia Trump a mentire. Ne ha le physique du rôl, gli svolazza troppo il ciuffo e ha un’eloquio ripetitivo, quindi mente.

>>> Domani cosa succede?

Al vicepresidente Pence è data facoltà di decidere quali siano i grandi elettori, ovvero le contee delle quali riconsiderare il conteggio. Se Pence vuole può riconsegnare la presidenza a Trump per altri quattro anni, per la gioia di tutti i suoi elettori, e lo scorno del deep-state. Trump del resto ha dalla sua parte il pentagono, ma ancora di più l’esercito degli Stati Uniti, che è stufo di operare a casaccio sullo scacchiere internazionale alleandosi coi nemici e poi attaccandoli, pagando in morti questa politica confusionale, fatta per creare confusione in preparazione del reset globalista. Ma l’esercito & il pentagono non sono la stessa cosa? Dipende.

Tuttavia Pence sembra tentennare ed in molti si chiedono perché, mentre vengono messe in moto delle cause legali senza senso, apparentemente, che tuttavia costituiranno un precedente per i prossimi giorni e mesi.

>>> Qua inizia la mia profezia.

Cosa succederà? Probabilmente niente, ovvero: un dispiegamento mai visto, direi circa 2 000 000 di contestatori filo-Trump, invaderà Washington. Su questa base Trump potrà dare il colpo di grazia a Joe Biden, oramai notoriamente incapace di atti e discorsi responsabili; è nota la sua candida affermazione secondo la quale “noi abbiamo organizzato la più potente frode elettorale mai realizzata negli USA”, verbatim.

La vittoria di Trump potrà avvenire secondo due modalità differenti.

LA PRIMA – semplicemente chiedendo a Pence di procedere. Nota bene che Pence è un notissimo pastore evangelico che – giustamente – crede che questa sia una battaglia fra il bene ed il male, essendo quindi anche capace di mettere da parte eventuali antipatie personali nei confronti del tetragono e caratteriale Trump. Pur non essendo d’accordo, in genere, con simili visioni apocalittiche, devo dire che ora l’idea paolina di “lotta contro il male” calza benissimo, senza tuttavia andare a incolpare i soliti poveretti liberal che credendo, giustamente, nella lotta per i diritti, non si rendono conto di come li abbiano abbindolati come una mandria di bestie al macello: bandiere arcobaleno + speranza negli occhioni belli.

LA SECONDA – lasciando che Biden passi e diventi un “re di maggio”, creando così una ondata di sdegno mai vista – perfino il 30% degli indecisi ed il 15% dei democrat sa e ammette che l’elezione è stata rubata da Biden – e soprattutto una enorme contestazione quasi pacifica che terrorizzerà le forze paramilitari avverse.

Ma non solo: in questo modo la stampa non potrà promulgare il verbo del ‘colpo di stato’, e nemmeno lo potranno i numerosi illusi dalla propaganda democrat.

Biden verrà non rimosso, come già pensavano di fare la Clinton e la Harris, bensì subirà un impeachment colossale che trascinerà nel fango, in un mese, tutta una generazione di militari-politici-affaristi implicati con l’affaire Ucraina. Fronte che sembra un vero e proprio disastro, uno di quei mangia mangia che sembrano made in Italy per quanto sono vasti e deleteri.

In Ucraina, sotto gli occhi pazienti di Putin, si sta verificando una battaglia fra gli USA/deep-state e gli USA-veri, uno scontro di intelligence e anche di eserciti. Nel frattempo il reattore di Chernobyl, almeno fino a poche settimane fa, era in fiamme. Per spiegare: sarebbe come se l’esercito russo avesse invaso, che so, il Texas, e là combattesse delle proprie guerre private.

Nel frattempo l’Iran strilla, una base americana nel Curdistan iracheno è stata colpita con morti e danni ingenti, e un Mig armeno è stato abbattuto – si dice siano i turchi – e pure un sommergibile cinese si fa un giretto nelle acque internazionali fuori dalla costa di Haiti.

Io preferisco la seconda opzione operativa, quella che contempla l’attesa, anche si i cretinetti al governo potrebbero – a causa di tale momentanea vittoria – alzare la cresta e provare a danneggiarci qua in Italia in vario modo, come se non bastasse il MES. Sappiamo già che l’avvento della quarta rivoluzione industriale deve passare attraverso un impoverimento generale.

A questo punto sarei curioso di vedere se il popolo italiano fosse capace di unirsi e lottare finalmente con dignità contro questo nazistalismo.

Allora la vera-CIA – non quella del Cile, anticraxi e delle sperimentazioni sui neworkesi – darebbe un colpetto alla magistratura italiana e questa si attiverebbe per una riedizione di “mani pulite”, stavolta con decine di migliaia di incarcerati, solo in Italia.

Frammento di Eraclito:

‘Aiòn (coè il tempo) è un fanciullo che gioca, muovendo le tessere di una scacchiera; la signoria è di un bambino’.